Collezione nuziale

Tutto è partito da questo principio: che non bisognava creare degli anelli e, semplicemente, chiamarli "fedi", ma piuttosto dar voce a ciò che in questa antica tipologia di gioielli vi è di inattuale, vale a dire l'intrattabilità ed eterna eccedenza del discorso amoroso agli innamorati stessi.

Di qui la scelta di seguire il lavoro di Roland Barthes e, correndo qua e là, cercare di acchiappare qualche frammento vivo di questi discorsi amorosi.
Per questo abbiamo creato degli "stili": ci sono dei motivi, dei trait d'union, dei frammenti, che verranno declinati per proporzioni, dimensioni e specificità, in base alle mani che li accoglieranno.

 

 

 

1. Mille piani, Félix Guattari e Gilles Deleuze.
2. Il giardino, Jacques Prévert.
3. Frammenti di un discorso amoroso, Roland Barthes.
4. L'identità, Milan Kundera.

Progetto fotografico di Lidia Bianchi. 

 

 

___________________________________

Genius loci I

€400

Una scatola-luogo per custodire gli Anelli fino al grande giorno e poi farne un tempio: alla diversità che unisce, perché sempre rimane, ai simboli che continuano a vivere dell'eco dell'altro. 
Argentium 935, bronzo e un "Amor fati" inciso. 
Ogni scatola è un soggetto unico.

___________________________________

Per far risuonare di voi questi stili ci scriveremo a lungo, oppure prenderemo un appuntamento.
Arrivati a questo punto del sito ancora non le avete viste, ma naturalmente ho realizzato anche delle fedi classiche - qualcuno avrebbe dovuto pur crearne in Oro Fairtrade!
Intanto vi do il benvenuto nella nostra vetrina virutale dove, cominciando ad esplorare le possibilità dei colori e delle finiture attraverso alcuni degli esemplari che sinora ho realizzato, potrete vedere meglio e cominciare a immaginarle.